Giorni feriali
Ore 18.00
(Vespri e S. Messa)

Sabato e prefestivi
Estivo Ore 19.00
(18.30 Rosario e 19.00 S. Messa)

Invernale Ore 18.00
(17.30 Rosario e 18.00 S. Messa)

Domenica
Ore 08.00
Ore 11.00

La Consulta di Pastorale Giovanile Diocesana promuove due incontri con il Servizio Diocesano Tutela Minori e Persone Vulnerabili

Le due serate, che saranno simili, avranno come obiettivi:

conoscenza Servizio Tutela Minori;
consapevolezza di accompagnare fragili da fragili;
responsabilità nel prendersi cura di persone vulnerabili.

Gli incontri si terranno a partire dalle 20.30 presso l'oratorio San Pietro di Sclavons a Cordenons il giorno 2 febbraio, nella sala Rufino di Concordia il giorno 9 febbraio.

Il Servizio Famiglia e Vita della diocesi, in occasione della Festa di San Valentino, organizza venerdì 17 febbraio 2023, presso la Casa della Gioventù di Pasiano di Pordenone, una piacevole ed intima serata per sposi, “al lume di candela”, per mettere al centro la propria storia matrimoniale attraverso l’ascolto della Parola di Dio e alcuni spunti di riflessione tratti dalla catechesi di Papa Francesco sulle parole permesso, scusa e grazie.
Un tempo prezioso per gustare, oltre al menù della cena, il proprio miracolo d’amore e sentirsi coccolati da Dio.

Domenica 13 novembre celebreremo in parrocchia la Giornata del Ringraziamento per i doni della terra.

Sarà l’occasione per benedire anche i mezzi agricoli e di trasporto che attendiamo sulla piazza davanti alla Chiesa, finita la Messa.

Avremo modo di stare un po’ assieme sul sagrato (o in Chiesa antica se il tempo non sarà bello) per un brindisi. Preghiamo intensamente e mettiamo invece tutto il nostro impegno perché possiamo rispettare il creato nei suoi ritmi e così possiamo avere stagioni favorevoli.

Il prossimo 21 ottobre alle ore 20.30 in Seminario avremo tra noi don Stefano Guarinelli, psicologo e psicoterapeuta di Milano che verrà a parlarci de: “La mente ei suoi riti: quando cambiare sembra impossibile”.

Già dal titolo del suo intervento potete comprendere l'importanza del tema, non solo per la vita quotidiana, spesso prigioniera di meccanismi mentali soffocanti, ma anche per la nostra vita ecclesiale che sta vivendo il suo cammino sinodale e sta cercando nuove vie per poter vivere quel dono di conversione che il vangelo chiede. Infatti, cambiare la mente è la più alta e difficile forma di conversione.

Il prof. Guarinelli, affermato docente in Italia e all'estero, in Spagna e in America, è un riconosciuto psicoterapeuta che ha accompagnato centinaia di persone ad una conoscenza più profonda di sé e a mettere in atto quei processi che aiutano a vivere da persone libere e amate. Le sue numerose pubblicazioni attestano, assieme alla pratica, uno studio ininterrotto per comprendere il mistero dell'umano, così amato da Dio. La presenza di don Stefano Guarinelli da noi a Pordenone possa invogliarci ad ascoltare la sua parola e a coglierne il frutto più utile per noi. 

Cari fratelli e sorelle, avvicinandosi gli appuntamenti natalizi, vi mando il mio saluto e il mio augurio perché la luce di Gesù, nato a Betlemme di Giudea, possa raggiungervi portandovi serenità e pace.

Nasce il principe della pace! Anzi, è già nato, si tratta di accoglierlo con rinnovata disponibilità. Nasce per noi, per essere il Dio-con-noi. Pertanto non siamo più soli, né possiamo dirci smarriti e senza punti di riferimento. La presenza di Dio, tramite il suo figlio nato dalla Vergine Maria, ci custodisce e ci accompagna in mezzo alle vicende della vita, segnate spesso da dolore, fatiche, confusione. Non sono mesi facili quelli che abbiamo vissuto e continuiamo a vivere: instabilità politica, incertezza economica, notizie sempre allarmanti, senza contare le tante vittime di questo clima sociale che rende le persone più fragili da tutti i punti di vista. Da soli non possiamo farcela, abbiamo davvero bisogno di un salvatore che venga a liberarci da ogni male.

Celebrare il Natale, tuttavia, non è attendere un liberatore che sistemi tutto in un batter d’occhio, ma accogliere un seme di speranza e di fiducia nel nostro cuore, perché, accogliendo il dono della sua grazia, riprendiamo fiducia nelle forze che Dio ci ha dato e le facciamo fruttificare. Nulla di magico e nessun effetto speciale, solo la sua grazia che può far fiorire la buona volontà, l’intelligenza, il buon cuore, l’amore per i fratelli e per questo nostro mondo.

Con una serie di iniziative promosse dalle Chiese locali in tutto il Paese si celebra il 18 novembre la seconda Giornata nazionale di preghiera per le vittime e i sopravvissuti agli abusi compiuti sui minori e sulle persone vulnerabili. L’appuntamento, istituito in corrispondenza della Giornata europea per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale, coinvolge tutta la comunità cristiana nella preghiera, nella richiesta di perdono per i peccati commessi e nella sensibilizzazione riguardo a questa dolorosa realtà.

Il tema che accompagna questo secondo appuntamento di consapevolezza e comunione è tratto dal Salmo 147: “Il Signore risana i cuori affranti e fascia le loro ferite”. Dal dolore alla consolazione.

Domenica 9 ottobre ci troveremo a Messa alla mattina e poi nel pomeriggio alle 14.30 per cantare insieme i Vespri in onore della Madonna e poi riprendere, finalmente, la processione con la statua della Vergina Maria per le strade del nostro paese. La possibilità di riprendere questo nostro appuntamento, dopo i tempi di restrizione sanitaria, ci permette di innalzare con ancora maggior forza il nostro inno di lode a Dio per i suoi doni.

Che la Vergine Santa, passando in mezzo alle nostre case, dia pace, salute, serenità, prosperità e tranquillità al nostro paese. Se il tempo non ci permetterà di fare la processione, ci fermeremo in Chiesa per pregare. I tempi che viviamo ce lo chiedono e noi cristiani sappiamo di poter attingere forza dal colloquio con Dio.

Giovedì 8 dicembre, in occasione della solennità dell’Immacolata Concezione, l’Azione Cattolica festeggia la giornata dell’Adesione.
Oltre alla consueta proposta delle stelle di Natale, alle 12.30 ci sarà il pranzo con la pasta offerta in oratorio per tutti gli aderenti, gli amici e i simpatizzanti dell’AC parrocchiale. I dolci saranno ben graditi!

Si chiede di confermare la partecipazione ad Andrea 3393614118 o agli educatori del gruppo di riferimento entro domenica 4 dicembre. Diciamo grazie al Signore per la presenza dell’Azione Cattolica in parrocchia e preghiamo in special modo per gli educatori perché facciano della loro giovinezza una lode a Dio, impegnandosi nel servizio del vangelo per far crescere e rendere bella la Chiesa di Cristo.

Martedì 1° novembre Festa di Tutti i Santi le messe saranno celebrate alle ore 8.00 e alle ore 11.00. Ci sarà anche la Messa di lunedì 31 ottobre alle ore 18.00 (attenzione al cambio orario).
In Cimitero alle ore 14:30 ci sarà la Liturgia della Parola e alle ore 20:00 la recita del Rosario, sempre in cimitero se bel tempo altrimenti in chiesa.
Mercoledì 2 novembre Commemorazione dei Defunti alle ore 9.00 S. Messa in cimitero alle ore 19.00 S. Messa in Chiesa

Incontrare Gesù!

La vita è un cammino con strade, sentieri, segnali… vi sono anche pericoli e insidie. Il cammino può essere lento e noioso; può diventare anche pieno di avventura e di amici inaspettati. Gesù vuole incontrarci!
Per questo si è fatto nostro fratello e si è messo accanto ad ogni persona, uomo e donna, per parlare assieme, condividere la fatica, gioire insieme.

Chi ha camminato con Lui ha potuto trovare un vero amico, un fratello e un maestro di vita.

Gli incontri che faremo in parrocchia quest’anno vogliono aiutarci a camminare insieme per imparare a riconoscere la presenza di Gesù, il quale sempre ci attende e ci chiama a far parte della sua famiglia di amici.

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.